Canto Stani

Da OmraamWiki.

«Avete bisogno di qualcuno che vi ricordi costantemente che c'è del lavoro da fare. Se dovete aspettare l'ispirazione per arrivare al lavoro, non farete molto. L'ispirazione è una grazia che non si sa quando si manifesterà. Per continuare a progredire nella vita quotidiana, la volontà deve essere costantemente mobilitata. E per questo, avete bisogno di qualcuno, nel mondo visibile o nel mondo invisibile, che vi ricordi quanto sforzo e quanto esercizio dovete fare».[1]

«Per resuscitare dobbiamo lavorare ogni giorno su noi stessi per superare tutte le nostre debolezze. Questo lavoro agisce sulle cellule del nostro corpo, le purifica, le illumina, le rinvigorisce. È questo movimento vibratorio sempre più intenso che a poco a poco si comunica a tutte le nostre cellule e prepara la nostra resurrezione».[2].

Stani ! (Alzati !) – Tonalità: Sol minore

Stani.png

Il testo

cyrillique translittération française traduction
Стани
Стани, и Господ ще те оживи; 
Стани, и Господ ще те възкреси; 
Стани, и с’Любовта ти започни; 
Стани, и в’Истина се облечи. 
В’Истина се облечи 
и със нея се гради: 
тя ще те и обнови 
и с’Дух ще те озари.
Stani
Stani! I Gospod chtè té ojivi
Stani! I Gospod chtè té veuzcrèssi. 
Stani! I s'Lioubovta ti zapotchni.
Stani! I v'Istina sè oblètchi. 
V'Istina sè oblètchi 
i seus nèïa vsè gradi: 
tia chtè tè i obnovi, 
i s'Douh chtè tè ozari.
Alzati
Alzati e il Signore ti vivificherà! 
Alzati e il Signore ti resusciterà! 
Alzati e comincia tutto con l'amore! 
Alzati, rivestiti di Verità! 
Rivestiti di Verità
e con Essa edifica tutto. 
Essa ti rinnoverà 
e ti darà l'illuminazione dello Spirito!

Spiegazioni sul canto

Storia

Il Maestro Omraam Michaël Aïvanhov insegna che il Canto Stani concentra l'energia nel palmo delle mani, e che rafforza l'efficienza del nostro lavoro, ma anche che è un Canto di guarigione.[3]

Tematica

Stani è un canto di trasmutazione. Si rivolge alla volontà e invita la coscienza umana a rimettersi in sesto, a svegliarsi, ad alzarsi. Stani è un Canto particolarmente legato alle forze curative, alla resurrezione, alla Pasqua, al rinnovamento della natura e alla primavera.

Alzarsi in piedi significa rendersi ricettivi alla Resurrezione: non sono io che mi resuscito, ma è il Signore in me che mi resusciterà! Da quel momento in poi, l'amore comincerà ad agire nella mia vita e sarò degno di essere vestito con il mantello della verità.

Alcune parole chiave

Alzarsi, risvegliare la propria volontà, essere attore e responsabile della propria guarigione, del miracolo interiore, dell'integrità, della fede assoluta.

Sviluppo del Canto

Parte prima: Il risveglio del coraggio di alzarsi - L'aspetto della volontà

La prima parte, relativa alla volontà, evoca lo sforzo di alzarsi. Simbolicamente, alzarsi significa risvegliare la coscienza, mettersi in discussione, ampliare il proprio punto di vista, rendersi dinamici, muoversi.

Quattro frasi musicali, che chiameremo "tableaux", strutturano la prima parte del Canto:

Primo tableaux (m1 - m6): Alzati e il Signore ti farà rivivere

Stani! significa "Alzati!". Il Canto inizia con un ordine e un verbo coniugato con l'imperativo. Chi ci parla con questo tono? A quale parte di noi è rivolto questo segnale di risveglio? Vi suggeriamo di immaginare l'episodio della resurrezione di Lazzaro. Cristo si rivolge a Lazzaro, che era suo amico, e gli ordina di risorgere! Simbolicamente, la resurrezione di Lazzaro può rappresentare il momento in cui ci si libera da una situazione che ostacola la nostra evoluzione, oppure il momento in cui è possibile lasciar andare una concezione limitante e temporanea della Vita. Cristo vuole che il Lazzaro in noi esca da questa prigionia, che si alzi e resusciti!

Qualche parola sulla disposizione degli intervalli musicali...

Stani Tableau-1.png

La melodia principale, affidata ai soprani, inizia su un intervallo di quarta, con la parola Stani. L'intervallo di quarta è in analogia con la materia e il nostro potere di manifestazione. Successivamente, il Maestro Peter Deunov ripete la formula "Stani" su un intervallo di sesta minore, un intervallo la cui ampiezza è molto più grande dell'intervallo di quarta iniziale, e apre così una finestra che permette all'ossigeno della speranza di entrare nei nostri polmoni. Sentiamo che il cambiamento di un livello di coscienza è possibile!

Naturalmente, tutto questo può essere interpretato in diversi modi: Stani può rivolgersi all'umanità assopita per la quale è urgente abbandonare le vecchie concezioni della vita e della morte. Stani può rivolgersi al discepolo sulla Via, che sa che deve necessariamente alzarsi, vale a dire sforzarsi e prendere il coraggio, se vuole varcare uno dei limiti della sua evoluzione e continuare così la conquista del suo Destino.</ref> O. M. Aïvanhov, L'homme à la conquête de sa destinée, Izvor n°202, aux Editions Prosveta </ref>

Tableaux 2 (m7 - m11): Alzati e il Signore ti innalzerà

Stani Tableau-2.png

In questo secondo esempio musicale, l'ordine di salita è ripetuto su un intervallo di ottava. Simbolicamente, l'ottava rappresenta un salto di coscienza, o il passaggio da un mondo all'altro. L'ottava sarà di nuovo seguita da una sesta minore. La finestra della speranza si spalanca sulla visione del cambiamento! L'ordine di ascesa, sempre più intenso, comincia a radicarsi nella volontà! Alzarsi in piedi è giusto, ma è anche un dovere dell'umanità!

Tableaux 3 (m12 - m16)

Alzati e inizia tutto con amore... Troviamo di nuovo l'intervallo di sesta minore, che è seguito da una quarta giusta, che porta ad un Sol sopra il 5° rigo.

Stani Tableau-3.png

L'intervallo di sesta annuncia la stabilizzazione del nuovo livello di coscienza che si sta affermando, e l'intervallo di quarta conferma la sua durata. Il Sol sopra il 5° rigo è la nota più alta del Canto. Rappresenta l'ultimo sforzo verso la realizzazione dell'ordine di Cristo e Lazzaro non può rifiutarsi! Capiamo bene: Dio rispetta la nostra libertà e può prendere possesso di noi solo se prima facciamo un passo verso di Lui. Toccando quel Sol acuto il Canto esplode in un impulso formidabile e questo mette in moto il processo di guarigione, il processo evolutivo.

Il terzo tableaux segna un nuovo inizio, quello di una Nuova Vita. Nella Vita Nuova, ogni azione si svolge secondo le leggi dell'amore! L'umanità si eleva per partecipare alla creazione del Nuovo Mondo e per portarvi le sue forze vitali.

Tabella 4 (m17 - m21 ): Alzati e vestiti con la verità!

Alzarsi e vivere nella Verità è la missione dell'essere umano oggi!

Stani Tableau-4.png]

Il quarto tableaux inizia con una terza minore, seguita da una quarta che porta una forma di calma riequilibrante dopo la forte spinta alla responsabilità. Cristo l'ha insegnato: la Verità conduce alla libertà. Nel quarto tableaux, l'umanità accetta di alzarsi, cioè di fare ciò che è necessario per trasformarsi.

== Seconda parte: La conseguenza dei nostri sforzi: la sensazione della presenza del mondo invisibile - L'aspetto del cuore

La seconda parte del Canto bilancia tutto ciò che è stato scosso nella prima. Si riferisce più al cuore ed espone le conseguenze e i benefici che lo sforzo di stare in piedi fa scattare. I nostri sforzi suscitano una risposta dall'altro mondo. In questa seconda parte, sentiamo la grazia della presenza del mondo angelico al nostro fianco. Noi percepiamo la guida benevola del Mondo divino e questo ci permette di sublimare e trasmutare ogni forma di sofferenza.

Nella prima parte del Canto, il nostro lavoro era quello di generare energia.

Nella seconda parte, gli Esseri di luce rispondono alla nostra chiamata e vengono a lavorare su di noi e con noi!

Grazie ai nostri sforzi, il nostro Angelo ci veste con un manto di Verità e la nostra vita viene edificata a partire dal Vero. La verità avrà il potere di rinnovare tutto in noi e la potenza dello Spirito ci illuminerà.

Per questa seconda parte, la scrittura musicale è molto diversa dalla prima! I grandi salti di intervallo hanno lasciato il posto al ristagno di una scrittura ritmica in note ripetute con l'oscillazione di piccoli intervalli.

Stani Tableau-5.png]

L'interpretazione non si presta più alla forza, ma alla dolcezza. Un intervento divino di tipo femminile, sia di riarmonizzazione che di guarigione, guarisce le nostre ferite e le cura! Inizia una nuova vita!

Articoli connessi

Bibliografia

O. M. Aïvanhov, L’homme à la conquête de sa destinée, Izvor n°202, aux Editions Prosveta

Link esterni

Stani su You Tube, eseguito dalla Corale Kastalski (Mosca) Dir : Gilles Hainault.

Note

  1. O. M. Aïvanhov, Pensées quotidiennes 2011, pensée du jeudi 3 novembre : " Mobiliser la volonté " aux Éditions Prosveta (2010)
  2. O. M. Aïvanhov, Pensieri quotidiani 2019, pensiero di sabato 20 aprile: "Il lavoro quotidiano verso la resurrezione", Éditions Prosveta (2018)
  3. O. M. Aïvanhov, P. Deunov, Commenti ai Canti (Universal White Brotherhood)

Avis au lecteur : la rédaction de cet article, provisoire et non limitatif, est seulement un point de départ, puisque le sujet a été examiné plus en détail par Omraam Mikhaël Aïvanhov dans ses diverses conférences données entre 1938 et 1985. En lisant ou en écoutant directement ces conférences, publiées par les éditions Prosveta, propriétaire exclusif des droits de son travail, le chercheur y trouvera encore d’autres aspects intéressants et importants. Par conséquent, cet article n’exprime pas de manière complète et exhaustive la pensée d'Aïvanhov sur ce sujet.


OmraamWiki est un projet international réalisé avec la contribution des fonds de recherche scientifique de l'Université pour les étrangers de Pérouse (Département des Sciences Humaines et Sociales)